Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Shop
 

Gorgheggi, trilli e canti d’amore

… la scena era tutta per loro durante i silenzi del passato periodo di lock-down e certamente molti in quell'occasione avranno prestato più attenzione ai loro meravigliosi canti, riconoscendo vere e proprie melodie che prima erano totalmente sconosciute. 
E forse in alcuni di noi, l’attenzione e la meraviglia verso questi piccoli esseri che pesano poco più alcune decine di grammi, è rimasta. Lo stupore per un corpo tanto piccolo, ma capace di produrre suoni altamente complessi e udibili. Sì perché il loro è un vero e proprio linguaggio e ogni specie produce una varietà di suoni diversi, ognuno con uno scopo preciso: le chiamate d’allarme, il canto di supplica dei piccoli nel nido, i richiami di contatto, i canti di corteggiamento… 
Alcuni uccelli imparano, copiano e tramandano di generazione in generazione il canto, praticamente inalterato, dando vita a una vera e propria tradizione canora. 
Il bagaglio canoro di uccelli rinomati per la loro musicalità, come ad esempio l’usignolo, può contare fino a 200 “canzoni”

L'alba soprattutto è un momento prediletto dagli uccelli per i loro canti. Cantare all'alba è una tecnica utilizzata dai maschi per dimostrare alle potenziali partner di essere individui sani e pieni di energia. L'alba infatti è il momento in cui gli uccelli sono più deboli, perché si nutrono prevalentemente durante il giorno. 
 
Da sempre i dolci richiami degli uccelli hanno toccato il cuore dell'uomo, ispirando versi e musiche immortali. 
Vivaldi ha composto il celebre concerto "Il Gardellino", mentre Girolamo Frescobaldi ha lasciato “Capriccio sopra Cucho” a testimonianza della fascinazione per il verso del cucù. Ludwig van Beethoven, nel secondo movimento della “Sinfonia n.6 Pastorale”, ha inserito l’imitazione del verso dell’usignolo e della quaglia eseguiti rispettivamente da flauto ed oboe. Richard Wagner, invece, nel Sigfrido, ha inserito il brano “L’uccello nel bosco”.

Al piano BALCONATA tanti mangimi ed utili accessori per favorire l'esistenza di queste creature piccole, ma tanto preziose per chi ha un cuore aperto capace di ascoltare.
 
 
 
28.08.2020
La Cooperativa di Cortina
 
 
 
Contatto LA COOPERATIVA DI CORTINA - soc. coop. Corso Italia, 4032043 Cortina d´AmpezzoBL (I) Tel. +39 0436 86 12 45Fax +39 0436 86 13 00 E-Mail: PEC: 
La Cooperativa di Cortina
Orari d'apertura
 
Feriale: 8:30 - 12:30 & 15:00 - 19:30
Domenica e Festivi: Chiuso
  
    
    
 
 
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
 
Socials

News per gli amanti della Cooperativa di Cortina. Metti mi piace alla pagina facebook.

 
 
produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
 
RIMANIAMO IN CONTATTO
Iscriviti alla nostra NEWSLETTER