Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Shop
 

Storia

LE ORIGINI

 

 
La Cooperativa di Cortina fu la prima cooperativa di consumo dell’intero Sudtirolo. Venne fondata nel 1893 come risulta dal libro delle nuove ditte della Camera di Commercio di Bolzano, dove il 28 giugno di quell’anno venne registrata con il nome di “Consumverein Ampezzo”. Un dato che la dice lunga sull’intraprendenza del paese che allora contava circa 3000 abitanti e faceva parte dell’Impero austro-ungarico. La solidarietà che caratterizza la gente di montagna si era concretizzata nei secoli passati nel “fòntego” un magazzino istituito dal Comune per fornire a prezzo di costo e talvolta gratuitamente ai più bisognosi, beni di prima necessità, per le attività agricole e pastorali e per le esigenze della vita quotidiana. Ma la chiusura del fòntego, nel 1888, e la necessità di creare un’istituzione che avesse le stesse funzioni, e facesse da calmiere sui prezzi, fu la principale ragione che indusse venticinque intraprendenti promotori a costituire, cinque anni dopo, la Società Cooperativa. Nasceva così, con la prudenza dettata dalla saggezza, una struttura che con il passare del tempo sarebbe diventata parte integrante della comunità d’Ampezzo e le cui vicende sono strettamente intrecciate all’evoluzione sociale, economica e turistica della conca. All’inizio fu un semplice magazzino, in località Pontechiesa, un locale aperto solo poche ore alla settimana(la domenica e il mercoledì mattina) e con un solo dipendente. Vi si poteva acquistare grano, granoturco, farina, stoffe e in un secondo tempo sale, olio, petrolio, cuoio e ferramenta.
LA FUNZIONE SOCIALE
 
Fin dal primo statuto le finalità sociali della Cooperativa furono chiarissime. L’attività doveva essere rivolta a favore dei soci, alle loro famiglie, agli artigiani, ai contadini, procurando loro vantaggi, comodità, e risparmi. A instillare negli ampezzani l’idea di fondare una Cooperativa di consumo e una Cassa rurale fu don Giuseppe Dasser, che tra l’altro fondò la Schola Cantorum (e che a Rina di Marebbe fondò nel 1889 la prima Cassa Rurale di tutto il Sudtirolo). Un altro sacerdote, don Alfonso Videsott fu eletto primo presidente della Cooperativa d’Ampezzo. Ancor oggi, pur col mutare dei tempi, la funzione sociale della Cooperativa è ben evidenziata dallo statuto in cui si dice che la società “ si propone sia di vendere che di acquistare beni e servizi nel modo più vantaggioso per i soci, sia di migliorare le loro condizioni materiali e morali”.
 
UN RAPIDO SUCCESSO

Nel marzo del 1895 i soci divennero già 184. L’immediato successo della Cooperativa si concretizzò nell’acquisto di una sede propria lungo la strada principale (oggi Corso Italia) di fronte alla sede del Capitanato Distrettuale (oggi il municipio). L’orario di apertura fu prolungato, venne assunta la prima commessa e ai precedenti prodotti in vendita si aggiunsero falci, corde, pasta, riso, caffè, noci, cioccolata e vino. Negli anni Venti i soci salirono a 600, coinvolgendo quasi tutte le famiglie d’Ampezzo. Anche durante la Prima guerra mondiale la Cooperativa riuscì ad assicurare gli approvvigionamenti alla popolazione, adoperandosi per alleviare i disagi in quei drammatici momenti. Lo stesso accadde nella Seconda guerra mondiale.

LO SVILUPPO PIU' RECENTE

La sede venne ampliata più volte. Dopo la ristrutturazione degli anni ‘30, negli anni ‘50 venne aperta la macelleria, nel 1956 (Giochi olimpici di Cortina) venne aperta anche la “Filiale alimentari”. Negli anni 60‘ fu la volta del panificio e della latteria. Nel ’74, venne costruita la sede attuale, con 4000 mq di superficie di vendita a conclusione di sette anni di lavoro. Ma l’offerta a residenti e turisti non si è mai fermata. Si sono aggiunti il Centro Casa e il discount alimentare di Pian da Lago, i negozi di moda, abbigliamento, calzature e accessori sportivi “Op!cortina”, “Stock House”, “The North Face”, “CMP”, tutti in Corso Italia. La Cooperativa ha acquistato anche l’ex fabbrica di sci “Morotto” ubicata nell’area sportiva di Fiames, con il punto vendita di articoli e abbigliamento sportivo e il noleggio di sci da fondo e mountain bike e successivamente lo storico “Concordia Parc Hotel”, confinante con la sede.

Fuori Cortina, e precisamente a La Villa in Val Badia, La Cooperativa gestisce insieme a dei soci locali, l’importante punto di vendita “Sport Tony” di articoli sportivi, abbigliamento, alimentari, libreria e edicola.
 
 
Contatto LA COOPERATIVA DI CORTINA - soc. coop. Corso Italia, 4032043 Cortina d´AmpezzoBL (I) Tel. +39 0436 86 12 45Fax +39 0436 86 13 00 E-Mail: PEC: 
La Cooperativa di Cortina
Orari d'apertura
 
Feriale: 8:30 - 12:30 & 15:30 - 19:30
Mercoledì pomeriggio: chiuso
Domenica: chiuso
  
    
    
 
 
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
 
Socials

News per gli amanti della Cooperativa di Cortina. Metti mi piace alla pagina facebook.

 
 
produced by Zeppelin Group – Internet Marketing